ESSERE O NON ESSERE, QUESTO È IL PROBLEMA! Comunicazione Esterna: quando i contenuti fanno la differenza

/, Green Key eco-label, hotel, Photo, sustainability, World/ESSERE O NON ESSERE, QUESTO È IL PROBLEMA! Comunicazione Esterna: quando i contenuti fanno la differenza

ESSERE O NON ESSERE, QUESTO È IL PROBLEMA! Comunicazione Esterna: quando i contenuti fanno la differenza

Essere un hotel green a parole ma non nei fatti è un rischio! Una comunicazione esterna non basata su fatti veritieri trasmette un messaggio non corretto e la verità – siate sicuri – prima o poi verrà a galla.

Chi non ha mai sentito parlare di Green Washing? La frase “tingersi di verde” è un neologismo che indica la strategia di comunicazione di certe imprese finalizzata a costruire un’immagine di sé ingannevolmente positiva sotto il profilo dell’impatto ambientale. Lo scopo è quello di distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica dagli effetti negativi per l’ambiente dovuti alle proprie attività o ai propri prodotti.

Gli hotel green certificati oltre ad essere una garanzia per il cliente e per chi vi lavora, sono soggetti a verifiche ispettive da parte di soggetti terzi che valutano la bontà del servizio e assicurano il miglioramento continuo delle prestazioni ambientali.

Se anche il vostro è un hotel green comunicatelo, comunicatelo e non smettete mai di comunicarlo: generare impatto positivo e consapevolezza vuol dire porsi quale promotore di un cambiamento per una società realmente basata su principi di sostenibilità.

Alcune certificazioni ambientali per strutture ricettive, come ad esempio il Green Key eco-label, impongono tra i criteri imperativi la comunicazione verso l’esterno della propria politica sostenibile.

Sono molte le catene alberghiere, che hanno implementato questa tipologia di comunicazione sia all’interno della struttura stessa per la visibilità degli ospiti, sia attraverso i social o il proprio sito web per raggiungere tutti i possibili clienti in ogni parte del mondo.

Il gruppo Marriott promuove l’iniziativa “2025 Sustainability & Social Impact Goals” attraverso il programma SERVE 360-Doing Good in Every Direction per ridurre il proprio impatto ambientale attraverso una gestione più sostenibile di tutte le sue strutture.*

Anche la catena Hilton spera di dimezzare l’impatto ambientale entro il 2030. A tale scopo, la società ha sviluppato LightStay, una piattaforma di misurazione delle prestazioni di responsabilità aziendale che consente a Hilton di gestire e segnalare il suo impatto ambientale e sociale e di promuovere efficienza e miglioramento continuo, attraverso il suo portafoglio globale di quasi 5.300 hotel.

Dal lancio di LightStay, la società ha risparmiato oltre $1 miliardo operando in modo sostenibile e gestendo con attenzione le risorse di energia, carbonio, acqua e rifiuti.

I comportamenti delle persone che costituiscono l’organizzazione, partendo da coloro che dispongono di maggiore responsabilità e maggiore autorità, ne modellano e conformano l’immagine. La comunicazione all’esterno ricca di contenuti veritieri è fondamentale per trasmettere i vostri valori e che rendano evidente la volontà di assumersi responsabilità nuove rispetto al passato.

L’azienda non può prescindere dal contesto in cui agisce ed è perciò giustificata ad inseguire il profitto solo quando ciò non danneggia la comunità e l’ambiente nella quale opera.

*link per scaricare il Report di Sostenibilità e di impatto sociale della catena Marriott http://serve360.marriott.com/wp-content/uploads/2017/12/2017_Sustainability_and_Social_Impact_Report-1.pdf

By | 2018-12-11T15:11:06+00:00 novembre 23rd, 2018|environment, Green Key eco-label, hotel, Photo, sustainability, World|0 Comments

Leave A Comment