COME ESSERE UN TURISTA PROMOTORE DI SOSTENIBILITÀ IN UNA CITTÀ METROPOLITANA

/, News, sustainability/COME ESSERE UN TURISTA PROMOTORE DI SOSTENIBILITÀ IN UNA CITTÀ METROPOLITANA

COME ESSERE UN TURISTA PROMOTORE DI SOSTENIBILITÀ IN UNA CITTÀ METROPOLITANA

Vacanze a contatto con la natura, paesaggi incontaminati, aree verdi: ma chi ha detto che per fare delle vacanze eco-friendly l’attenzione debba essere focalizzata soltanto sul luogo dove si va in vacanza? Proviamo a spostare l’obiettivo sul turista, il vero protagonista del viaggio. Noi, turisti, siamo responsabili di una serie di azioni in qualsiasi parte del mondo decidiamo di andare e abbiamo la capacità di generare un impatto sull’ambiente; sta a noi se renderlo positivo o negativo.

Allora, come fare per essere un turista promotore della sostenibilità in una grande metropoli?

Iniziamo con il premiare le strutture provviste di un’etichetta ecologica, dimostrazione di un forte impegno nella gestione ambientale e garanzia di un servizio di qualità.

Questa tipologia di strutture offre la possibilità a chi vi alloggia di contribuire in prima persona alla riduzione di tutta quella serie di lati negativi che possono scaturire dalla gestione di un hotel.

Un hotel certificato Green Key, ad esempio, è caratterizzato dal fatto di generare consapevolezza in chi decide di soggiornarvi. Molte catene alberghiere, come ad esempio Starwood, offrono il servizio “Make a green choice” (http://starwoodworldwide.custhelp.com/app/answers/detail/a_id/268/~/make-a-green-choice) attraverso il quale l’ospite ha la facoltà di scelta sulla frequenza del lavaggio della biancheria.

Altro aspetto importante da non trascurare è il rapporto cliente/energia. Se si vuole realmente fare la differenza il nostro contributo a tal proposito è fondamentale. Alcune buone pratiche da seguire sono: luce spenta quando non si è in stanza, niente aria condizionata con finestre aperte, prestare attenzione a non tenere accesa la televisione inutilmente o il frigo del minibar aperto, tenere possibilmente chiuse le tende nel periodo estivo per non favorire il riscaldamento della stanza e attuare la procedura inversa durante i mesi invernali.

Complementare al rapporto cliente/energia, vi è quello cliente/acqua: evitarne lo spreco per l’igiene personale e preferire l’utilizzo della doccia alla vasca.

Non meno importanti sono gli impatti scaturiti dagli spostamenti per visitare la città e le altre attrazioni turistiche. Il turista promotore di sostenibilità predilige l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblici e l’affitto giornaliero delle biciclette.

Qual è il vero impatto dell’energia sull’ambiente e perché è bene limitarne il consumo? La produzione di energia elettrica, tramite l’utilizzo di combustibili fossili, comporta la formazione di gas ad effetto serra e gas nocivi per il nostro organismo. Un comportamento corretto favorisce non solo il nostro benessere ma anche di chi ci circonda.

L’industria turistica ha un tasso di crescita medio del 4% annuo e svolge un ruolo chiave nello scenario economico attuale. Un recente studio promosso da ENEA (Ente Nuove tecnologie per l’Energia e l’Ambiente) ha registrato nel 2015 oltre 1,4 miliardi di arrivi di turisti in tutto il mondo.

Per concludere, proviamo ad immaginare tutti i turisti che si trovano in vacanza in questo preciso istante e la differenza che insieme potrebbero fare a livello globale se sono venissero utilizzate queste semplici “buone pratiche” di comportamento.

2018-10-05T20:23:50+00:00